Pervinca vinca major


In passato queste piante erano usate contro malattie come cefalee, vertigini, disturbi della memoria.
Note LO spazio DI fabio - rubrica curata da Fabio Frigeri.
Alcuni la collegano al verbo latino vinco, is, vinxi, vinctum, re ( legare, cingere) poiché i lunghi steli striscianti, sottili e flessibili, erano usati per preparare ghirlande.Esistono due sottospecie con areali distinti: Vinca major subsp major e Vinca major subsp.Altre foto relative a questa specie, presenti su codici sconto enailstore questo sito possono essere consultate qui Attenzione: tempi accredito vincite better le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimentari eventualmente indicati sono a puro scopo informativo.Esistono numerosi cultivar delle principali specie.Comunque sia, vinca major che, vinca minor si comportano come piante infestanti nei territori dove sono state introdotte come in Australia e Nuova Zelanda e negli Stati Uniti.Conosciuta volgarmente come: pervinca maggiore, pervinca.Vinca Rosea è usato in chemioterapia contro diverse forme tumorali.




Un altro alcaloide, la vincamina, abbassa la pressione sanguigna.Questa pianta è stata introdotta in America, Australia e Nuova Zelanda dove è diventata specie infestante.Ha foglie ovato-lanceolate con picciolo lungo, opposte, coriacee, tagliata di carne come si cucina verde-scuro e lucide nella pagina superiore e chiare e opache in quella inferiore.Hirsuta, la prima è presente nel sud Europa e quindi anche in Italia mentre la seconda in Turchia e nel Caucaso.LA pianta Classificazione: Superdivisione: Spermatophyta; Divisione: Magnoliophyta (Angiospermae Classe: Magnoliopsida; Sottoclasse: Asteridae; Ordine: Gentianales; Famiglia: Apocynaceae; Genere: Vinca; Specie: Vinca major Forma biologica: Ch rept (camefita reptante).Così riporta il botanico apuano Pietro Pellegrini: 986.



Pervinca major Scop (luoghi in cui è stata osservata Lungo la ferrovia tra Villafranca e Filattiera e a Filattiera tra la stazione ferroviaria e il paese.
Classificata da Linneo nel 1753.
Descrizione: pianta erbacea perennante rizomatosa e sempreverde, essa produce stoloni lunghi fino a 1 metro che emettono radici e formano un esteso tappeto erboso.

[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap